Archivio

Archivio per la categoria ‘Office’

Excel 2010 aprire file in finestre separate

15 maggio 2017 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Avete l’annoso problema di voler aprire in finestre separate i file di excel ma sul vostro pc avete installato Microsoft Office versione 2010 e state diventando matti perchè i fogli non si aprono in finestre separate …. beh non è colpa vostra, infatti in questa versione il comportamento è proprio questo, tutti i file excel si aprono nella stessa sessione di excel.

L’annoso problema non si presenta nelle versioni di Microsoft Excel 2007, 2003 … e nemmeno nella versione 2013.
Quindi come fare? Beh o utilizzate LibreOffice oppure aprite il primo file normalmente, poi aprite l’applicazione Microsoft Excel 2010 e da lì aprite e sfogliate le cartelle per scegliere il secondo file, operazione da ripetere per il terzo, quarto …. file, in questo modo Microsoft Excel aprirà finestre separate.

Excel Microsoft

Categorie:Office, Programmi Tag:

Stampa unione Office 2003 date e importi

20 dicembre 2009 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Dalla versione di Office 2003 la stampa unione avviene tramite il driver ODBC e non più come avveniva con office 2000

Detto, fatto… et voila’: il problema sta nel fatto che nella nuova versione di Word la connessione con i dati in Excel avviene via ODBC, e quindi si copia solo il valore, ma si perde qualsiasi informazione sulla formattazione dello stesso.

La soluzione e’ forzare in Word la connessione ai dati via DDE:

    • menu’ Strumenti -> Opzioni -> tab Standard
    • spuntare la voce Conferma conversione all’apertura

Fatto questo, la prossima volta che si va ad impostare una stampa unione da Word, quando andremo a definire il file Excel dove prelevare i dati, verra’ richiesta la modalita’ di apertura: basta scegliere “Fogli di lavoro di Excel tramite DDE” per ottenere la formattazione dei valori identica a quella impostata in Excel.

Mentre scrivevo quest post, cercando ancora con Google, ho anche trovato un documento sul sito della Microsoft che spiega nel dettaglio le tre soluzioni possibili al problema della perdita di formattazione quando si usa la stampa unione. Lo trovate qua.

In sintesi:

1) { MERGEFIELD “Prezzo” \# $#.###,00 }
2) { MERGEFIELD “Data” \@ “g MMMM aaaa” }

Altre interessanti informazioni sulla stampa unione di Word 2002/2003 li trovate sempre sul sito Office Online di Microsoft.

Office 2007 come eliminare Docx

14 marzo 2009 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Sempre più spesso stà prendendo piede questo amato/maledetto office 2007 che rende l’esperienza nell’utilizzo di office assai semplice o complessa a seconda del punto di vista.
La nuova e odiata estensione docx e xlsx che alle volte crea problemi se nella rete dei pc della vostra azienda (o gruppo di amici) avete versioni di office diversi.
Si è vero che esiste il “Microsoft Office Compatibility Pack per formati di file Word, Excel e PowerPoint 2007” ma molti utenti non ce ne capiscono niente e altri non hanno connessioni internet efficienti che permettono il download di 27 Mb.
Per ovviare al problema basta procedere, appena eseguita l’installazione di office 2007, ad effettuare 2 settaggi (come eliminare docx):

1) Aprire Microsoft word 2007 e cliccare su altri comandi come mostrato nell’immagine sottostante
altri_comandi
poi selezionare la voce Salvataggio e dal menù a discesa Formato per il salvataggio scegliete: “Documento di Word 97-2003 (*.doc)” che offre la massima compatibilità con tutte le versioni di office distribuite fino ad ora sul mercato. Qì sotto potete vedere dove trovare l’opzione
estensione
Il primo passo è stato fatto.

2) Ora dovete cambiare la chiavi di registro per ottenere il tocco finale sul vostro computer. QUESTA PARTE DELLA GUIDA VALE SOLO PER WINDOWS XP. Per Vista dovete trovare le relative chiavi di registro.
Per creare meno danni possibili createvi un Punto di Ripristino e comunque le chiavi di registro che installate andranno ad incidere solo sul profilo utente e sulla gestione delle estensioni non sulle chiavi di registro inerenti il sitema operativo.
Scaricate questo file doc_user al cui interno è contenuta una chiave di registro (scompattare il file e cliccare sul file e rispondere ok sull’aggiunta). Và ad aggiungere 1 chiave su questo percorso del registro:
[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Discardable\PostSetup\ShellNew]
Aggiunge la voce: “Documento di Microsoft Word 97-2003” nel menù contestuale nuovo documento che è presente facendo clic destro dalla scrivania.
Inoltre perchè questa chiave appena installata funzioni correttamente bisogna installare anche questa chiave root_doc che gestisce le estensioni ed incide sul seguente percorso “[HKEY_CLASSES_ROOT\.doc]”. Per quest’ultima chiave potrebbe essere necessario un account Administrator.
nuovo_documento
Spero che questa guida serva a molti per cercare di non incappare in grossi problemi con la nuova estensione di Microsoft. La guida si riferisce a Office 2007 SP1 con sistema operativo Xp Sp3 ed è relativa solo a Word, per Excel, Access e Powerpoint bisogna prima procurarsi le chiavi di registro relative.

Errore ThisWorkBook Excel e Word – Microsoft Office

9 ottobre 2008 26 commenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Avete a che fare con un fastidioso errore ( Thisworkbook excel )che compare ogni volta che si tenta di aprire Word o Excel (versione 2000, 2002, 2003, 2007, 2010 ) proprio come nell’immagine quì sopra?
Niente di preoccupante da risolvere.

Dovete andare in Risorse del Computer disco C:\Documents and Settings\xxxx\Application Data\Microsoft\Forms\RefEdit.exd , le xxx andranno sostituite con il nome del vostro profilo (queste impostazioni sono comuni in Windows Xp e 2000, per Vista Windows 7 e 8 – C:\Users\nome_del_profilo\AppData\Roaming\Microsoft\Forms – dove seguire il percorso del profilo facendo attenzione ad abilitare la visualizzazione dei file di sistema e quelli nascosti nelle opzioni di visualizzazione, la parola users equivale a quella di utente).

Tenete conto di questo per Windows 7:
“Per ricordare un pò come sono cambiate le cose in Windows 7, Application Data is represented by the environment variable %appdata%.  In Windows 2K/XP/2003 it pointed to c:\documents and settings\%username%\application data.  In Vista and Windows 7, it now points to c:\users\%username%\appdata\roaming”.

Eliminando quel file “RefEdit.exd” e riaprendo Excel/Word il tutto dovrebbe tornare a funzionare; non preoccupatevi per quel file perchè all’apertura di office viene ricreato automaticamente. La soluzione che proponeva invece Microsoft non ha funzionato per nulla.

Al massimo se non riuscite a seguire la guida potete cercare il file RefEdit.exd con la funzione cerca di Microsoft.

Query pass-through di Access

17 marzo 2007 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Per ottimizzare i tempi di accesso tramite Access ad un database Sql Server (2000 o 2005) si possono utilizzare delle Query pass-through che grazie all’inserimento nel loro codice delle coordinate ODBC possono accedere direttamente nelle tabelle prelevando solo i dati necessari per il nostro utilizzo senza dover quindi collegare prima la tabella e poi creare una query di selezione, questo al fine di minimizzare i dati trasferiti dal server tra il server e il client.
Procediamo per gradi e vediamo come si può fare per creare una Query pass-through:
Informazioni
innanzitutto bisogna creare un nome di sistema di origine di dati (DSN) e quindi è possibile creare la query pass-through SQL.
Creare il DSN di sistema con Microsoft Windows 2000- Xp o un computer basato su Windows 2003
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni e quindi Pannello di controllo.
2. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Strumenti di amministrazione
3. Fare doppio clic su Origine dati (ODBC).
4. Nella finestra di dialogo Amministrazione origine dati ODBC, selezionare la scheda (linguetta) DSN di sistema. Queesta opera è da fare solo nel caso in cui non abbiate di serie per il vostro programma un DNS già settato
5. Fare clic su Aggiungi.
6. Selezionare il driver appropriato (ad esempio SQL SERVER per collegarsi ad un database Sql 2000 o 2005, scegliere Oracle se il database è Oracle ecc..).
7. Scegliere Fine e quindi immettere tutte le informazioni necessarie per il driver selezionato, per Sql selezionare un Server che appare in elenco e inserire un nome per la connessione (as esmpio prova), poo cliccare ancora avanti e poi selezionare il database predefinito, alla fine dei vari passi (avanti per intenderci) effettuare la verifica origine dati per verificare se il tutto funziona bene e correttamente.

Creare la Query SQL pass-through
1. Nella finestra del database, fare clic su Query nell’ elenco Oggetti e quindi scegliere Nuovo.
2. Fare clic su Visualizzazione Struttura e nella finestra di dialogo Nuova query, quindi fare clic su OK.
3. Scegliere Chiudi nella finestra di dialogo Mostra tabella senza che si aggiunga qualsiasi tabella o query.
4. Dal menu Query, scegliere Specifica SQL e quindi scegliere Pass-through.
5. Fare clic su Proprietà sulla barra degli strumenti per visualizzare la finestra di proprietà per la query.
6. Nella finestra di proprietà di query, posizionare il puntatore di mouse nella proprietà ODBC Connect Str e quindi scegliere il pulsante Genera (.. si apre una finestra di dialogo dei driver ODBC, quindi selezionare la connessione preparata in precedenza dal nome prova)
7. Alla richiesta di salvare la password nella stringa di connessione, scegliere Sì se si desidera il nome di password e accesso memorizzato nelle informazioni di stringa di connessione.
8. Ora potete inserire il codice Sql che volete nella vostra Query. Purtroppo in questo caso non esiste la solita visualizzazione struttura a cui siamo abiatuati (esem. SELECT * FROM anagrafe; – questo esempio vuol dire seleziona tutte le colonne dalla tabella anagrafe – ).
P.S. un ottimo sito che potete utilizzare per i vostri programmini in Access è questo:
it.comp.appl.access ( Sito Comune ).

La Stampa Unione, così difficile?

19 ottobre 2006 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

La stampa unione molto utile in tutti quei casi che vogliamo stampare molte lettere, etichette o buste, prendendo un elenco di indirizzi, nomi ecc.. da un foglio excel, un file mdb o mdf, un file di testo formattato ecc.. .
Vi consiglio di verificare prima la versione di word che utilizzate poichè la stampa unione cambia tra le varie release (office 97, 2000 e 2003/2007). Un ottimo portale dove potete trovare le vostre risposte è integrato in word stesso utilizzando il tasto F1 (guida on-line) oppure utilizzando le risorse del sito risorse di microsoft.
Ma perchè quindi perdere tempo inutile a compilare etichette con la macchina da scrivere o facendole a mano quando esiste la stampa unione? Boh…. non rivolgete a me questa domanda!

Microsoft Office su Linux?

16 dicembre 2005 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Mi descrivo alcuni passaggi veramente semplici che nel giro di 20 minuti vi permettono di veder installato su un Pz con distro linux ( nel mio caso Fedora Core 4 ) il pacchetto Microsoft Office.
Ovvio qualcuno mi può dire ma non installare office c’è OpenOffice oppure altri programmi che sopperiscono alle versioni per windows.
Si ragazzi avete ragione ma molti non riescono a fare a meno dei programmi di microsoft e alle volte come nel caso di access i sostituti in campo non sono proprio all’altezza e quindi ti “obbligano” ad installare Office.
####@@@@####@@@@####@@@@####
Dopo queste piccole premesse partiamo ad illustrarvi la procedura che vi permetterà di raggiungere lo scopo. Per il test ho utilizzato come già detto una Fedora Core 4 con interfaccia Gnome su un portatile Compaq Presario R3000, 512 Mb ram 1,4 Ghz processore.
Il programma da installare lo potete prelevare direttamente dal sito ( è una licenza LGPL ) WINE nella sezione download; se volete per fedora sono disponibili gli RPM ma io ho preferito scaricare i sorgenti e ricompilarli per la mia distro.
Scaricato il file dal nome wineXXXXX.tar.bz2
Loggatevi come utente root
#cd /root/
#tar -xf wineXXX.tar.bz2
#./configure
#make depend
#make
#make install
Ecco l’installazione del programma che ha portato via 20 minuti è terminata. Ora potete passare ad installare il cd di Office, come?
#mkdir /mnt/cdrom
( oppure se gnome monta l’unità da sola mettete il percorso giusto )
#wine /mnt/cdrom/SETUP.EXE
ECCO partita l’installazione di Office!
Per avviare office non fate altro che aprire il terminale e digiate:
#wine “C:/Program Files/Microsoft Office/Office/WINWORD.EXE
Questo è il percorso di installazione di wine che genera una cartella in /usr/lib/wine uguale all’albero el sistema windows.
Attenzione prima di installare il tutto, accertatevi di avere almeno a disposizione 1,5 gb di spazio sulla partizione /root/ o /usr/ se le avete installate separate.
Se avete problemi all’avvio di wine con una certa libreria libwine, non fate altro che trovare in rete la libreria libwine-devel e installarla ed il gioco è fatto.
Ultima raccomandazione ogni programma windows che installate su linux occuperete spazio come in una installazione normale su win.

Office 2003!

3 ottobre 2005 1 commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Questo mese è il periodo degli aggiornamenti per la casa Microsoft.
Rilasciato il SP2 di office 2003, ma cosa risolverà mai?? Boh i soliti problemi di sicurezza che fino ad oggi ha risolto che le piccole pack.
Consigliato il SP2? Boh devo ancora provarlo appena ne so qualcosa di più vi farò sapere, comunque non ho installato nemmeno il SP1 quindi figuriamoci se il 2 mi convince……
Il link per scaricarlo si trova qui