Archivio

Posts Tagged ‘office 2007’

Differenza tra rinominare un’estensione e salvare un file

3 febbraio 2009 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Molto più spesso mi succede che molti utenti che incappano in Office 2007 comincino a rinominare i file *.docx in un semplice *.doc . La cosa non è così facile come sembra.
Rinominare un file docx in doc equivale a rinominare un file xls (excel) in doc. Per poter salvare un file docx in in “normale” file word bisogna aprirlo con Office 2007 o versione 2000-2003 con installato il relativo plug-in di compatibilità e risalvarlo in un formato doc con compatibilità 97-2003.
Il plug-in di compatibilità: “Microsoft Office Compatibility Pack per formati di file Word, Excel e PowerPoint 2007” lo potete scaricare al seguente link Microsoft.

Certo che con questa scelta Microsoft ha voltuo tagliare i ponti con il passato visto i grossi problemi che office 2007 stà creando. Consiglio inoltre di leggersi la guidda pubblicata da italiasw su come salvare i file di Office in formato *.odt (formato di OpenOffice).

Altro e non ultimo plug-in per Office 2007 è il plug-in per convertire i file creati in pdf in un semplice clic (era ora), se invece siete dotati del software PdfCreator allora ritiro quello che ho detto :) .

Errore ThisWorkBook Excel e Word – Microsoft Office

9 ottobre 2008 26 commenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Avete a che fare con un fastidioso errore ( Thisworkbook excel )che compare ogni volta che si tenta di aprire Word o Excel (versione 2000, 2002, 2003, 2007, 2010 ) proprio come nell’immagine quì sopra?
Niente di preoccupante da risolvere.

Dovete andare in Risorse del Computer disco C:\Documents and Settings\xxxx\Application Data\Microsoft\Forms\RefEdit.exd , le xxx andranno sostituite con il nome del vostro profilo (queste impostazioni sono comuni in Windows Xp e 2000, per Vista Windows 7 e 8 – C:\Users\nome_del_profilo\AppData\Roaming\Microsoft\Forms – dove seguire il percorso del profilo facendo attenzione ad abilitare la visualizzazione dei file di sistema e quelli nascosti nelle opzioni di visualizzazione, la parola users equivale a quella di utente).

Tenete conto di questo per Windows 7:
“Per ricordare un pò come sono cambiate le cose in Windows 7, Application Data is represented by the environment variable %appdata%.  In Windows 2K/XP/2003 it pointed to c:\documents and settings\%username%\application data.  In Vista and Windows 7, it now points to c:\users\%username%\appdata\roaming”.

Eliminando quel file “RefEdit.exd” e riaprendo Excel/Word il tutto dovrebbe tornare a funzionare; non preoccupatevi per quel file perchè all’apertura di office viene ricreato automaticamente. La soluzione che proponeva invece Microsoft non ha funzionato per nulla.

Al massimo se non riuscite a seguire la guida potete cercare il file RefEdit.exd con la funzione cerca di Microsoft.

Office Cd Rom per versione 2007 – 2010

21 settembre 2007 5 commenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Office cd-romVi sarete accorti, se avete acquistato un pc con office 2007 presintallato, che non vi è stato fornito il cd-rom d’installazione ma solamente la confezione vuota con la key per l’attivazione.
Questa è la nuova politica di Microsoft, non fornire i cd-rom di office in tutte le versioni OEM, questo per verificare che effettivamente le licenze acquistate siano contestuali all’acquisto del pc.
Per ottenere i cd di installazione dovete collegarvi al sito Microsoft.com/office/backup/ (update 01/01/2013 -> il link è cambiato vedete gli ultimi commenti per avere quelli aggiornati) e procedere alla registrazione per ricevere un kit d’installazione di office 2007.
A quel sito mi ero già collegato più volte per verificare i costi di spedizione e verificare le coordinate bancarie per il bonifico (in alternativa c’è il pagamento con carta di credito) e per verficiare come funziona la procedura.
Dopo 3 mesi mi sono deciso di operare la registrazione e di effettuare tutta la trafila burocratica che comporta per ottenere il cd che spetta di diritto.
Arrivato ad un certo punto e dopo aver inserito tutti i dati e procedere con l’ultimazione dell’ordine mi accorgo di questa frase (posta in fondo alla pagina, molto poco visibile):
“informazioni sulla spedizione:
L’ordine verrà spedito in base al metodo di spedizione standard del paese indicato.
Sarà necessario attendere circa 28 giorni per la ricezione del prodotto.

Opzioni di download
Se richiesto, il download immediato dei file di installazione può essere effettuato dal sito di dowload di preinstallazione Microsoft. Fare clic sul collegamento. Quest’opzione non richiede alcun pagamento. Se non è possibile completare il download, si prega di ordinare i CD di backup. I dischi di backup ordinati verranno recapitati entro 28 giorni.
Se si possiede Microsoft Home & Student Edition, fare clic sul collegamento
Non scaricare questo software utilizzando altri collegamenti in quanto potrebbe non trattarsi di prodotto Microsoft Office autentico.”
Premo sul link proposto e vengo rimandato su un sito (non microsoft) che mi chiede una mail per la conferma dell’ordine. Ricevuta la e-mail mi viene indicato un link temporaneo per il download di office.
Visto che sul sito Microsoft la soluzione download non era pubblicizzata e non era attiva fino a poche settimane fà, ho deciso di telefonare al Call Center per avere delucidazioni. Qui inizia l’abisso della disinformazione; nessuno che mi sappia dire se l’operazione è legale e se la spedizione è nulla in quanto stò facendo il download dei file. Mi viene consigliato di mandare una mail al centro servizi Microsoft per chiedere delucidazioni.
Il centro servizi casca dalle nuvole e si sospetta una frode di phishing. Intanto continuo il download. Dopo svariate telefonate ed e-mail l’operatore il giorno seguente (intanto avevo scaricato e installato office 2007 su un virtualizzatore) mi ritelefona dicendomi che gli avevo aperto gli occhi in quanto erano all’oscuro di questa nuova funzione e che quindi tutto risultava legale…… e poi si dice che gli Enti pubblici sono burocratici e dovrebbero imparare dalle ditte… Mah….