Home > Cronaca, News > Il P2P ad Hong Kong

Il P2P ad Hong Kong

4 Dicembre 2005 - 1.223 Volte visto Lascia un commento Vai ai commenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

ATTENZIONE:
AVVISO! Le informazioni di questo post potrebbero non essere più valide in quanto non aggiornate. Usa i commenti per contribuire a tenere il post aggiornato.

ULTIMA REVISIONE DEL POST: 10/03/2011


Riporto un articolo apprso sul sito della BBC e letto su Haker Journal nei giorni scorsi:
” E’ stato condannato a tre mesi di prigione da un tribunale di Hong Kong un ragazzo per pirateria digitale, poichè aveva messo in condivisione 3 film tramite il software BitTorrent rendendoli così scaricabili inviolazione della legge sul Copyright.”
La tendenza in Italia di innaspire le sanzioni è la stessa. Si tratta quindi solo di tempo per poter vedere una simile sanzione applicata pure in Italia.
Vale sempre il solito proverbio persona avvisata mezza salvata.

Categorie:Cronaca, News Tag:
  1. Nessun commento ancora...


NOTE SUI COMMENTI:

Se non avete mai scritto nulla su questo blog, sappiate che il vostro primo commento dovrà essere approvato manualmente dall'amministratore e quindi non comparirà subito sul sito.
Questo sito usa gli Avatar.
E' possibile usare dei tag HTML nel testo del commento, ma solamente quelli validi come XHTML "Strict" verranno accettati, quindi il risultato potrebbe anche essere un po' diverso dal previsto... nel dubbio, usate il testo semplice!
L'avviso di nuovi commenti è completamente automatizzato e nessuno degli indirizzi e-mail verrà fornito a terzi.
La vostra e-mail, che comunque resterà sempre riservata, serve anche per il conteggio del totale dei vostri commenti e per inviarvi, se ne fate richiesta soluzioni ai problemi o ulteriori informazioni nel totale rispetto del D.Lgs 196/2003.