Adware e Spyware

10 Marzo 2019 - 139 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Eccomi di nuovo qui dopo un lungo periodo di assenza dal Blog per mancanza di idee su cosa scrivere…. oggi darò alcuni spunti su che programmi usare per eliminare adware e spyware su Windows 10 se non riuscite a ripulire il computer con il solito:

  1. AdwareCleaner Free: https://it.malwarebytes.com/adwcleaner/ (ex JRT di cui avevo scritto degli articoli agli albori);
  2. Malwarebytes Free: https://it.malwarebytes.com/ che mi ha sempre tolto dalle castagne.

Oggi voglio provare:

  1. Super Anti Spyware free: https://www.superantispyware.com/index.html ;
  2. Adware Killer free: https://www.carifred.com/ultra_adware_killer/ .

Perchè i primi due software non hanno rimosso con successo (hanno cercato senza successo) di rimuovere una toolbar da Chrome di Bing che apriva dei popup su una pagina di download pubblicitario.

Convertire audio in testo

26 Ottobre 2018 - 178 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Dovete convertire un file audio in testo e non avete voglia di ascoltarlo tutto e trascrivere piano piano tutto il testo ?!?! Beh ad oggi Google offre dei servizi gratuiti di conversione dei file audio in testo e lo fa tramite due portali web da utilizzare esclusivamente tramite Chrome, con gli altri browser non funzionano.

Il primo portale da utilizzare e il più rapido è il seguente: https://cloud.google.com/speech-to-text/

Il secondo portale è più complesso ed è pensato solo per la dettatura: https://www.google.com/intl/it/chrome/demos/speech.html , infatti per usarlo appieno ha bisogno di seguire questo video per la configurazione: https://www.youtube.com/

Windows 7 ancora 3 anni in più

11 Settembre 2018 - 206 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Con gran stupore Windows 7 avrà lunga vita, come è avvenuto per Windows Xp, con il supporto esteso fino al 2023. Questa è la decisione di Microsoft che dall’ipotetico termine imposto dal  lifecycle al 14 gennaio 2020 sposta la lancetta di 3 anni avanti ….

Source: StatCounter Global Stats – Windows Version Market Share

Categorie:Informazioni Tag:

Salvare dati in un cloud casalingo

17 Luglio 2018 - 476 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

In questi giorni ho avuto la possibilità di provare il prodotto My Home Cloud della Western Digital, un prodotto per il backup casalingo dei propri dati. Il prodotto ha costi molto contenuti e assomiglia molto ad un nas sopratutto nelle versioni a doppia unità che permettono di avere un raid 1, che consiste nella copia speculare dei dati su 2 unità hard disk diverse. La soluzione a singolo disco è sempre sconsigliata perchè in caso di guasto del disco si perdono tutti i dati visto che, a dispetto del nome my cloud, i dati vengono salvati in locale e sono disponibili su cellulare e computer anche tramite internet e un servizio account messo a disposizione dalla Western Digital.

Se volete una soluzione con attacco tramite usb o accesso diretto al dispositivo, il classico hard disk esterno, allora avete sbagliato soluzione. Questo prodotto è accessibile solo tramite i servizi messi a disposizione dal produttore!

E se un domani il servizio dovesse smettere di funzionare? Bella domanda ….. non avremmo più accesso ai nostri dati, poichè per effettuare l’accesso al my cloud bisogna prima fare il login al dispositivo tramite software proprietario e il prodotto non dispone di una propria pagina web di gestione diretta, ma utilizza questo sito internet: https://home.mycloud.com/

Pro: soluzione a basso costo, che offre servizi avanzati di nas e backup in modalità user friendly, buona soluzione backup a partire dalla soluzione a doppio disco, semplicità d’uso e multipiattaforma.

Contro: uso di software proprietario, acesso solo tramite software e non diretto all’hard disk, lentezza nel’accesso ai dati sopratutto in reti wifi con basse performance.

Conclusioni: non sapete come fare un backuo dei vostri dati e avete poche conoscenze informatiche? Beh allora questa è la soluzione che fa per voi!

 

 

 

Trasferire denaro quale mezzo usare

14 Luglio 2018 - 412 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Devi trasferire denaro ad un amico, un parente o qualcuno a cui devi dei soldi ma non sai come fare perchè non lo vedi mai e non puoi pagarlo pertanto in contanti? Analizziamo quindi alcuni metodi di pagamento che possiamo utilizzare:

  • Vaglia postale: Senza conto corrente postale o bancario, Presso qualsiasi ufficio postale, Online con i conti correnti BancoPosta abilitati all’internet banking, Consegna a casa del beneficiario in 3-4 giorni, Lo riscuoti entro 2 anni dall’emissione. Costi: 2,50 euro on-line, 6,00 euro allo sportello, incasso gratuito
  • Paypal: Inviare denaro ad amici e familiari in euro è gratuito se usi il saldo PayPal. Preferisci usare la carta collegata al conto PayPal? Applichiamo una tariffa fino al 3,4% + 0,35€ per transazione.
  • TransferWise: noi paghiamo nella nostra valuta locale, ovvero in Euro, l’ammontare di denaro che vogliamo trasferire nella valuta di destinazione; viene applicato il cambio effettivo tra la valuta di partenza e quella di destinazione; il denaro viene trasferito a TransferWise, che poi lo trasferisce al conto bancario del ricevente.
    Il sistema opera grazie al fatto che TransferWise possiede conti bancari in ogni paese incluso nell’offerta del servizio.
    Ma se volessimo inviare euro ad un conto in euro: la commissione TransferWise è dello 0.5%.
    Tempo di consegna 1-2 giorni lavorativi dopo aver inviato il denaro al beneficiario. Si prega di notare che TransferWise può impiegare fino a due giorni lavorativi per convertire l’importo dal momento in cui il denaro è stato ricevuto.
  • Bonifico bancario: Il bonifico bancario costa da 0,50 cent a 10 euro, e impiegano solitamente 2/3 gg per essere accreditati, un ottimo articolo che parla dei bonifici istantanei che rendono i conti correnti in tempo reale.
  • Cryptovalute: nelle cryptovalute come Bitcoin si devono pagare le fees (commissioni per elaborare la transazione), ma esistono anche cryptovalute che non hanno questi costi. E quali sono questo monete virtuali senza commissioni? Eos, Iota, Nano. Inoltre come per paypal il sistema accredita quasi immediatamente le somme senza dover aspettare. Allora perchè non usare questi metodi…….?

Distribuzione Linux simile a Windows: ZorinOS

1 Luglio 2018 - 258 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Avete bisogno di una distribuzione Linux che non vi faccia impazzire, non avete mai avuto a che fare con Linux e conoscete solo Windows?

Beh allora ZorinOS fa al caso vostro!! Scaricatela subito e dite addio a windows …..

Zorin OS ha un’interfaccia grafica dichiaratamente molto simile a quella di Microsoft Windows, per facilitare la migrazione degli utenti.

Categorie:Linux, Open Source Tag:

Magliettine di @udinebot

30 Giugno 2018 - 242 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

La comunità di @udinebot cresce e finalmente ci sono anche le T-shirt per l’estate.
https://telegram.me/udinebot


#Udinebot

Editing video opensource

30 Giugno 2018 - 276 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Dovete effettuare dell’editing video da neofiti? Avete comprato un drone e volete fare alcuni montaggi video in modo amatoriale ma non sapete nemmeno da dove iniziare?

Vi potrà tornare utile il programma OpenShot, progetto opensource tradotto anche in lingua italiana che vi guiderà a manina nel mondo dell’editing video…

Le caratteristiche salienti sono:
Multipiattaforma;
Ritaglia velocemente i video;
Usa le dissolvenze e animazioni;
Tracce illimitate;
Puoi rimuovere sfondi dal video o aggiungere effetti video;
Visualizza i tuoi file audio come forme d’onda, o rappresenta persino la forma d’onda audio come parte del video;
Semplice interfaccia utente;

Buon lavoro smanettoni :)

Certificati SSL Let’s Encrypt rinnovo automatico

24 Giugno 2018 - 659 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Se utilizzate i certificati SSL gratuiti offerti da Let’s Encrypt, allora vi siete accorti che ogni 3 mesi c’è la necessità di rinnovarli tramite un comando shell manuale, dopo che vi arriva una mail di avviso di quale certificato sia in scadenza:

cd letsencrypt e poi ./letsencrypt-auto

Dopo un pò vuoi la carenza di tempo, vuoi la pigrizia ci si stanca di lanciare comandi manualmente quando lo può far benissimo Ubuntu LTS 16.04 .

Allora ho inserito nel crontab di Ubuntu il comando di rinnovo automatico giornaliero:

0 7 * * * /root/letsencrypt/certbot-auto renew

che non fa altro che controllare quali certificati siano prossimi alla scadenza e li rinnova alle 7 del mattino di ogni giorno, qualora il certificato non sia in scadenza il comando lo bypassa e se lo stesso è scaduto non lo rinnova. La cartella di installazione è quella di default offerta in fase di installazione di letsencrypt.

Udine su telegram UdineBot

10 Giugno 2018 - 358 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Piano piano con il solo passaparola @UdineBot il bot di Udine su Telegram sta crescendo e ha toccato i 600 utenti reali. La scalata è ancora lunga ma non demordere è l’obiettivo.

Udine su Telegram per tenerti aggiornato.
https://telegram.me/udinebot
http://www.udinebot.guion78.com/

Bitcoin e cryptovalute giugno 2018

10 Giugno 2018 - 375 Volte visto Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Come mai l’interesse verso le cryptovalute è sceso nei primi mesi del 2018, dopo aver fatto il botto a dicembre 2017? Beh l’interesse per la materia essendo ancora di “nicchia” e poco diffuso come invece si possa credere comporta che i “piccoli” investitori non investano più soldi come prima, così i “grandi” investitori fanno il bello e il brutto tempo.

Vediamo un pò chi sta maneggiando ed investendo in cryptovalute in questo periodo.

Il Bitcoin in questo periodo (dal 2017 a giugno 2018) viene movimentato dai Giapponesi, il grafico prelevato da cryptocompare (vedi link: https://www.cryptocompare.com/coins/btc/analysis/USD e https://www.cryptocompare.com/coins/btc/analysis/EUR )  parla chiaro.

Di certo fa pensare che un paese tecnologicamente avanzato come il Giappone creda nel Bitcoin e gli Usa siano dietro anni luce:

 bitcoin bitcoin

Inoltre possiamo anche analizzare le ricerche Google per verificare quanto la parola “Bitcoin” sia sulla bocca di tutti … e in questo periodo è non poco scarsa (vedasi link: https://trends.google.com/trends/explore?q=bitcoin ).