Archivio

Archivio per la categoria ‘Informatica’

Salvare dati in un cloud casalingo

17 luglio 2018 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

In questi giorni ho avuto la possibilità di provare il prodotto My Home Cloud della Western Digital, un prodotto per il backup casalingo dei propri dati. Il prodotto ha costi molto contenuti e assomiglia molto ad un nas sopratutto nelle versioni a doppia unità che permettono di avere un raid 1, che consiste nella copia speculare dei dati su 2 unità hard disk diverse. La soluzione a singolo disco è sempre sconsigliata perchè in caso di guasto del disco si perdono tutti i dati visto che, a dispetto del nome my cloud, i dati vengono salvati in locale e sono disponibili su cellulare e computer anche tramite internet e un servizio account messo a disposizione dalla Western Digital.

Se volete una soluzione con attacco tramite usb o accesso diretto al dispositivo, il classico hard disk esterno, allora avete sbagliato soluzione. Questo prodotto è accessibile solo tramite i servizi messi a disposizione dal produttore!

E se un domani il servizio dovesse smettere di funzionare? Bella domanda ….. non avremmo più accesso ai nostri dati, poichè per effettuare l’accesso al my cloud bisogna prima fare il login al dispositivo tramite software proprietario e il prodotto non dispone di una propria pagina web di gestione diretta, ma utilizza questo sito internet: https://home.mycloud.com/

Pro: soluzione a basso costo, che offre servizi avanzati di nas e backup in modalità user friendly, buona soluzione backup a partire dalla soluzione a doppio disco, semplicità d’uso e multipiattaforma.

Contro: uso di software proprietario, acesso solo tramite software e non diretto all’hard disk, lentezza nel’accesso ai dati sopratutto in reti wifi con basse performance.

Conclusioni: non sapete come fare un backuo dei vostri dati e avete poche conoscenze informatiche? Beh allora questa è la soluzione che fa per voi!

 

 

 

Distribuzione Linux simile a Windows ZorinOS

1 luglio 2018 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Avete bisogno di una distribuzione Linux che non vi faccia impazzire, non avete mai avuto a che fare con Linux e conoscete solo Windows?

Beh allora ZorinOS fa al caso vostro!! Scaricatela subito e dite addio a windows …..

Zorin OS ha un’interfaccia grafica dichiaratamente molto simile a quella di Microsoft Windows, per facilitare la migrazione degli utenti.

Categorie:Linux, Open Source Tag:

Magliettine di @udinebot

30 giugno 2018 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

La comunità di @udinebot cresce e finalmente ci sono anche le T-shirt per l’estate.
https://telegram.me/udinebot


#Udinebot

Editing video opensource

30 giugno 2018 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Dovete effettuare dell’editing video da neofiti? Avete comprato un drone e volete fare alcuni montaggi video in modo amatoriale ma non sapete nemmeno da dove iniziare?

Vi potrà tornare utile il programma OpenShot, progetto opensource tradotto anche in lingua italiana che vi guiderà a manina nel mondo dell’editing video…

Le caratteristiche salienti sono:
Multipiattaforma;
Ritaglia velocemente i video;
Usa le dissolvenze e animazioni;
Tracce illimitate;
Puoi rimuovere sfondi dal video o aggiungere effetti video;
Visualizza i tuoi file audio come forme d’onda, o rappresenta persino la forma d’onda audio come parte del video;
Semplice interfaccia utente;

Buon lavoro smanettoni :)

Certificati SSL Let’s Encrypt rinnovo automatico

24 giugno 2018 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Se utilizzate i certificati SSL gratuiti offerti da Let’s Encrypt, allora vi siete accorti che ogni 3 mesi c’è la necessità di rinnovarli tramite un comando shell manuale, dopo che vi arriva una mail di avviso di quale certificato sia in scadenza:

cd letsencrypt e poi ./letsencrypt-auto

Dopo un pò vuoi la carenza di tempo, vuoi la pigrizia ci si stanca di lanciare comandi manualmente quando lo può far benissimo Ubuntu LTS 16.04 .

Allora ho inserito nel crontab di Ubuntu il comando di rinnovo automatico giornaliero:

0 7 * * * /root/letsencrypt/certbot-auto renew

che non fa altro che controllare quali certificati siano prossimi alla scadenza e li rinnova alle 7 del mattino di ogni giorno, qualora il certificato non sia in scadenza il comando lo bypassa e se lo stesso è scaduto non lo rinnova. La cartella di installazione è quella di default offerta in fase di installazione di letsencrypt.

Blockchain – Ethereum

17 marzo 2018 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Un bel servizio che vi può chiarire cos’è la Blockchain e il progetto Ethereum.

Windows 7 non mostra icone del desktop

5 dicembre 2017 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Avete per caso perso la visualizzazione delle icone sul desktop (vi è rimasto solo lo sfondo senza avere niente d’altro?) e non sapete come fare? Inutile riavviare il pc più volte perchè la situazione non cambierà mai….  dovete invece procedere così:

Mostra icone del desktop non è selezionato. Per correggere questa situazione bisogna attivare semplicemente l’opzione corretta:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop.
  2. Selezionare Visualizza e quindi Mostra icone del desktop.
  3. Assicurarsi che sia selezionata l’opzione.
  4. Fine

Solitamente questo inconveniente succede senza che ci sia un’attività da parte dell’utente stesso e quindi casualmente.

Mysql update with replace and select

26 novembre 2017 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Today, the my lesson speaks of mysql query (update partial of parameter and select).
Query of select:
SELECT field FROM `table` WHERE field LIKE ‘%text%’
use % for select a partial text of field

Query of update:
UPDATE `table` SET field = REPLACE(field,”text1″,”text2″)
text 1 is a partial text to you replace into field of text with text 2

 

Flickr estrazione di una singola foto con tag

27 settembre 2017 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Ecco una piccola funzione che vi potrà essere utile per estrarre una singola foto da quelle disponibili attraverso un singolo tag. Si ricorda che per poter usare la funzione bisogna aver richiesto la key di Flickr:
function Photo(){
//Setting the url
//For more setting read: https://www.flickr.com/services/api/flickr.photos.search.html
$api_key = 'xxxxxxxx';
$tag = 'udine';
$perPage = 500; //Number of photos to return per page. If this argument is omitted, it defaults to 100. The maximum allowed value is 500.
$url = 'https://api.flickr.com/services/rest/?method=flickr.photos.search';
$url.= '&api_key='.$api_key;
$url.= '&tags='.$tag;
$url.= '&per_page='.$perPage;
$url.= '&format=json';
$url.= '&nojsoncallback=1';

//Extract
$json = file_get_contents($url);
$response = json_decode($json, TRUE);
$photo_array=(array)$response['photos']['photo'];

//Function array_rand for any single photo
$n = array_rand($photo_array, 1);

$single_photo = $photo_array[$n];
$farm_id = $single_photo['farm'];
$server_id = $single_photo['server'];
$photo_id = $single_photo['id'];
$secret_id = $single_photo['secret'];
$title = $single_photo['title'];

$size = 'z'; //format/dimension photo
$photo_url = 'http://farm'.$farm_id.'.staticflickr.com/'.$server_id.'/'.$photo_id.'_'.$secret_id.'_'.$size.'.'.'jpg';
$title = "Foto: ".$title."\n ".$photo_url;

return $title;
}

Buon divertimento!

Categorie:Php, Programmazione Tag: , , , ,

Esplora risorse con url di SharePoint 2010 problema dimensione file

18 luglio 2017 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

State utilizzando SharePoint 2010 di Microsoft per condividere file ed operare in modalità collaborativa con altri colleghi nella stesura di atti/documenti, operando all’interno di un’azienda strutturata dove la soluzione integrata è tutto? Beh forse sarete anche voi detesterete l’utilizzo del browser Internet Explorer per sfruttare appieno delle potenzialità di condivisione messe a disposizione da SharePoint, per ovviare a ciò avrete aggiunto una unità di rete mappata tra le risorse del computer con l’url web del server a cui avete accesso …. e qui sorge un problemino … il caricamento di file di grosse dimensioni (maggiori di 50 Mb) è sempre consentito ma in esplora risorse non è più possibile gestire, scaricare in locale o modificare in nessun modo i file oltre quella dimensione … questo perchè sui client Windows Xp/Vista/7/8.1 e Windows 1o c’è una chiave di registro che limita a 50.000.000 byte la gestione dei file in esplora risorse .. vediamo come è possibile bypassare questo limite che ripeto è diffuso…

Prendo i passaggi da questa guida:
1 fare clic su Start, digitare regedit nella casella Inizia ricerca o esegui se presente (avviatelo come amministratore) e quindi premere INVIO.
2 individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\WebClient\Parameters
3 individuare il valore DWORD di FileSizeLimitInBytes
4 menu Modifica, fare clic su Modifica.
5. nella casella dati valore, aumentare il valore di 500000000 (in byte) circa 500 Mb
6 Editor del Registro di sistema di uscita.
7 riavviare il servizio Web Client o meglio riavviate il PC

Detto fatto, ora potrete gestire allegati di grosse dimensioni direttamente da esplora risorse.

Differenze tra il sistema Apple ed il sistema Android

22 maggio 2017 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

AppleVSAndroid

Qui di seguito troverete l’intervista che ho fatto per il Blog di ProntoPro sulle differenze tra il sistema Apple ed il sistema Android; analizzeremo quali sono le differenze, i vantaggi e gli svantaggi di entrambi i sistemi.

Le domande a cui ho risposto sono:
1) Quali sono le principali differenze tra il sistema Apple e il sistema Android?
2) Quali sono i vantaggi/svantaggi di questi due sistemi?
3) I computer Apple presentano delle notevoli differenze rispetto agli altri?
4) Come scegliere quale computer risponde al meglio alle proprie esigenze?

Per continuare a leggere l’intevista, cliccare qui.