Home > Informatica, Windows > Lotus Notes 5.0.11 e Determine 5.1 della ditta Saga

Lotus Notes 5.0.11 e Determine 5.1 della ditta Saga

9 Agosto 2008 - 3.439 Volte visto Lascia un commento Vai ai commenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

ATTENZIONE:
AVVISO! Le informazioni di questo post potrebbero non essere più valide in quanto non aggiornate. Usa i commenti per contribuire a tenere il post aggiornato.

ULTIMA REVISIONE DEL POST: 14/10/2009


Comunicazione più rivolta agli amministratori IT della Pubblica Ammnistrazione e ai tecnici della ditta Saga, che alla stragrande parte della gente.
Ho “perso” ben 15 ore del mio prezioso lavoro (per molti italiano non è visto come prezioso ma ovviamente sprecato e questo ovviamente affievola la mia voglia di fare, ma la tenacia è l’ultima a morire, prima o poi qualcosa cambierà) per risolvere una difficile diagnosi su un problema che assillava un computer; faccio una sintesi del problema e della risoluzione per punti della questione:
1) Il software in questione utilizza un Lotus Domino versione 5.0, si datata ma purtroppo per questione di compatibilità con i nuovi DB Lotus e per passaggio a nuove tecnologie web non è possibile aggiornare il programma all’ultima versione 8.0.1 (al momento attuale);
2) Il client installato sul computer è un lotus notes (il link si riferisce alle ultime versioni, versione in italiano quì) 5.0.11 con connessione al DB, creato dalla software house Saga di Brescia che fornisce gli applicativi gestionali per l’ente in cui lavoro, determine 5.1.

L’applicativo in questione gestisce al suo interno sia la catalogazione dei dati inseriti in apposito form che la conservazione di tutti i documenti word prodotti con l’applicativo stesso; per funzionare e far visualizzare gli “allegati” il programma crea una copia del file sul disco C:\ (per permettere di creare file in quella posizione con un privilegio Power User Windows deve essere manomesso e i deve abbassare il livello di protezione del sistema operativo stesso aumentando i privilegi per quel gruppo d’untenti.
Come stavo dicendo creato il file l’applicativo con uno script interno lancia un processo di Word (windword.exe) e lancia l’apertura del file, apportate le modifiche allo stesso file si procede al salvataggio nuovamente del Db.

Premesso tutto questo il problema consisteva che l’applicativo non apriva più i file di word su quel computer, inspiegabilmente da un momento all’altro.
Il processo di creazione del file e successiva apertura apparentemente funzionava poichè nei processi esistava winword.exe e il file sul disco C:\ veniva creato ma alla fine il file non veniva aperto. Come già accennato dopo 15 ore (alcunere reinstallazione di software, formattazioni, profili rigenerati) mi sono accorto che le operazioni si interrompevano ogni qualvolta veniva lancita una stampa.
Eh sì, il problema era del driver della stampante HP 2300L, dopo averlo aggiornato all’ultima versione presente sul sito HP andava ad interferire con i processi dello script, infastidendolo non poco.

La soluzione al problema consiste nel cancellare la stampante installata e reinstallarla con un driver di vecchia data avendo cura di sovrascriver quello utilizzato in precedenza.
Assurdo ma alle volte la tecnologia non la capisco…… :(


Categorie:Informatica, Windows Tag:
  1. 14 Ottobre 2009 a 12:32 | #1

    Prego… visto che ci ho perso giornate a capirlo.. era il minimo!

  2. 14 Ottobre 2009 a 11:28 | #2

    Grazie per la segnalazione!


NOTE SUI COMMENTI:

Se non avete mai scritto nulla su questo blog, sappiate che il vostro primo commento dovrà essere approvato manualmente dall'amministratore e quindi non comparirà subito sul sito.
Questo sito usa gli Avatar.
E' possibile usare dei tag HTML nel testo del commento, ma solamente quelli validi come XHTML "Strict" verranno accettati, quindi il risultato potrebbe anche essere un po' diverso dal previsto... nel dubbio, usate il testo semplice!
L'avviso di nuovi commenti è completamente automatizzato e nessuno degli indirizzi e-mail verrà fornito a terzi.
La vostra e-mail, che comunque resterà sempre riservata, serve anche per il conteggio del totale dei vostri commenti e per inviarvi, se ne fate richiesta soluzioni ai problemi o ulteriori informazioni nel totale rispetto del D.Lgs 196/2003.