Home > Informatica, Linux > L’importanza di /etc/fstab

L’importanza di /etc/fstab

27 Gennaio 2010 - 1.656 Volte visto Lascia un commento Vai ai commenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

ATTENZIONE:
AVVISO! Le informazioni di questo post potrebbero non essere più valide in quanto non aggiornate. Usa i commenti per contribuire a tenere il post aggiornato.

ULTIMA REVISIONE DEL POST: 29/01/2010


Tratto dall’esperienza di oggi:

Voglio ricordare a tutti i cibernauti l’importanza del file fstab di tutte le distribuzioni linux, il file è formato nel seguente modo:

# Partizione     Mountpoint         Filesystem      Opzioni                        dump / pass  

/dev/sda1        none               swap            sw                                0    0
/dev/sda2        /                  reiserfs        defaults,noatime,auto             0    1

/dev/sda3        /usr               ext3            defaults                          0    2
/dev/sda4        /home              xfs             defaults,user,exec                0    2

/dev/fd0         /mnt/floppy        auto            defaults,user,exec                0    0
/dev/sdb1        /media/sdb1        ntfs            defaults,ro,umask=000             0    0

/dev/sdb2        /media/sdb2        vfat            defaults,user,rw,exec             0    0
proc             /proc              proc            defaults                          0    0

Perdere anche una sola riga di questo file potrebbe essere deleteria per il vostro amato linux, soprattutto se a sparire è la riga con il mount point “/” .

Si rimanda, per una lettura approfondita, al seguente link del Team p2pforum.it; se a primo avviso ogni colonna ha poco significato leggendo la guida vi accorgerete che ogni numero e lettera hanno molta importanza per cui non trascurate nulla di nulla.
Uomo avvisato mezzo salvato.

P.S.: quando qualcuno mette mani sui vostri server ricordatevi di osservare che cosa abbiano toccato al fine di capire le varie cause in un successivo momento!

  1. Nessun commento ancora...


NOTE SUI COMMENTI:

Se non avete mai scritto nulla su questo blog, sappiate che il vostro primo commento dovrà essere approvato manualmente dall'amministratore e quindi non comparirà subito sul sito.
Questo sito usa gli Avatar.
E' possibile usare dei tag HTML nel testo del commento, ma solamente quelli validi come XHTML "Strict" verranno accettati, quindi il risultato potrebbe anche essere un po' diverso dal previsto... nel dubbio, usate il testo semplice!
L'avviso di nuovi commenti è completamente automatizzato e nessuno degli indirizzi e-mail verrà fornito a terzi.
La vostra e-mail, che comunque resterà sempre riservata, serve anche per il conteggio del totale dei vostri commenti e per inviarvi, se ne fate richiesta soluzioni ai problemi o ulteriori informazioni nel totale rispetto del D.Lgs 196/2003.