Archivio

Posts Tagged ‘lavoro’

Collega di lavoro

16 Gennaio 2009 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

Definizione di collega di lavoro:

“Il collega di lavoro è quella persona che (vedi regole sottostanti) ….. ? BOH”

In Pratica …. ?

“Un rompi palle che scarica il lavoro ad altri?” :)

SCHERZO!?!?!? Aspetto che qualcuno mi fornisca una definizione coerente visto che su internet non si trova.

REGOLE DI COMPORTAMENTO prelevate dal sito di Intrage al seguente link:

  • al di là della divisione dei ruoli, bisogna tener presente che una serie di piccole attività competono a tutti, prescindendo dai livelli e dalla gerarchia, perchè sono legate alla condivisione dello stesso ambiente ed alla cura di esso coinvolgono la sfera della responsabilità e della maturità di una persona  che si sente parte integrante dell’azienda quando contribuisce al miglioramento anche attraverso la quotidianità lavorativa. Così se ci si accorge che qualcosa non funziona è buona norma informare chi ne ha la responsabilità. Il giorno che quella stessa cosa servirà a noi la troveremo funzionante. Un esempio classico è costituito dalla macchina fotocopiatrice. A chi di noi non è mai capitato di trovarla sprovvista di carta o con quest’ultima inceppata e rivolgere il pensiero ad un collega o una collega che si era visto aggirare da quelle parti;
  • lamentele e critiche dovrebbero essere fatte in privato direttamente al responsabile;
  • cercare di tenere buoni rapporti con tutti ed accogliere con gentilezza e considerazione i nuovi colleghi;
  • se non si sopporta qualche collega, cercare di mantenere comunque rapporti cortesi. Non accusare apertamente o adottare atteggiamenti dispregiativi
  • offrire spontaneamente il proprio aiuto ai colleghi che ne hanno bisogno e ringraziare per l’aiuto ricevuto;
  • evitare di usare espressioni crude volgari;
  • accettare le critiche di buon grado, valutando sempre l’aspetto positivo e di eventuale miglioramento;
  • se si deve parlare con un superiore di un problema sorto in ufficio, presentarlo come un problema professionale e non personale. Parlare del problema con calma e diplomazia, senza colpevolizzare nessuno.

Assenteismo vs Brunetta, statistica…?

9 Agosto 2008 Nessun commento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessun voto)
Loading...

In questi ultimi mesi/giorni si parla tanto sui giornali del calo di assenza nella P.A. da parte dei dipendenti pubblici, questo calo sembra essere dovuto alle norme del ministro Brunetta.
L’articolo apparso sul giornale la Nazione invece mi fà riflettere, come al solito le statistiche sono sempre da analizzare per meglio capire da cosa sono composte, infatti tu mangi 2 polli e io non ne mangio nessuno ma tutti e due ne mangiamo uno.

Leggere l’articolo spero faccia riflettere anche voi. Riporto uno stralcio delle affermazioni dell’assessore provinciale al personale, Floriano Frosetti:
“Non bisogna infatti assimilare il fenomeno, deprecabile, dell’assenteismo, ad istituti come i permessi per maternità e paternità o per l’assistenza di congiunti disabili, che sono strumenti di tutela di diritti fondamentali della persona.”